Scopri subito le tue offerte di benvenuto VIP!
Scopri subito le tue offerte di benvenuto VIP!
Scopri le offerte di benvenuto del Club Prestige!

Estero

Pisano - Progreso - Cisplatino Pequeña Reserva - Rosso - 2018

Caratteristiche

Paese/Regione: Uruguay

Annata: 2018

Denominazione: Progreso

Vitigno: 100% Tannat

Alcool: 13,5 % vol.

Colore: Rosso

Capacità: 75 cl

Vino:

Il Progreso Cisplatino Pequeña Reserva Rosso 2018 è un assemblaggio di Tannat e Merlot nato da un territorio che si affaccia sull'Oceano Atlantico, alla stessa latitudine delle migliori regioni vinicole dell'emisfero australe. Questa "Piccola Riserva" è un concentrato unico dell'identità dei vini uruguaiani. Si apre su delicate note di prugna e funghi freschi mescolate a tocchi speziati e grigliati. La trama tannica è armoniosa e fusa, perfettamente equilibrata, punteggiata da bellissimi accenti affumicati, note di mirtillo, mora e uva passa. Ideale con arrosti e grigliate di carne.

Vinificazione:

Vendemmia manuale, affinamento da 3 a 4 mesi in botti di rovere francese.

Occhio:

Rubino profondo.

Naso:

Delicato e concentrato, note di prugna, funghi freschi mescolati a tocchi speziati e grigliati.

Bocca:

Densità piacevole, corposo, armonico e morbido, perfettamente equilibrato, punteggiato da accenti affumicati, note di mirtillo, mora e uva passa.

Temperatura:

Servire tra 16 e 18°C.

Abbinamento cibo e vino:

Arrosti e grigliate di carne, in particolare l'agnello, pasta fresca, formaggi molli ma anche empanadas, torte salate e sformati.

Maturazione:

Da oggi fino al 2025

Gabriel Pisano è un giovane vignaiolo idealista e curioso che offre un'interpretazione personale dei vini presso Vina Progreso, la sua «cantina sperimentale», come lui stesso ama definirla.

Situata a 25 km dal mare, su terreni calcarei e minerali che beneficiano dei freschi venti atlantici, questo nuovo concetto di tenuta coltiva il tannat in tutte le sue forme. Gabriel sceglie di raccoglierlo a diverse maturazione, optando per una vinificazione senza solfiti e con lieviti indigeni, per coglierne l'espressione più naturale.

Dopo proficue collaborazioni ai quattro angoli del mondo, questo giovane prodigio della viticoltura ha scelto l'Uruguay per dare libero sfogo alle sue idee e al suo talento, esplorando strade fino ad allora sconosciute.